Quando Brad Pitt e Kim Basinger vengono trasferiti dal mondo reale al Mondo Furbo nel film "Fuga dal mondo dei sogni" in molti hanno sognato di poter vivere la stessa incredibile esperienza. Immaginate di camminare per le strade di New York ed entrare all'interno di un fumetto o di un video game, proprio come nel film diretto da Ralph Bakshi. È quello che vi potrebbe succedere se vi imbattesse nel palazzo di sette piani nella Industry City di Brooklyn trasformato dall'artista britannica Camille Walala in una facciata giocosa.

Il palazzo nella Industry City di Brooklyn, costruito all'inizio del 1900, era un ex complesso industriale, caratterizzato da una banale facciata di mattoni che oggi, grazie al lavoro di Camille Walala è diventata una vera e propria opera d'arte. L'artista britannica ha infatti ricoperto la facciata con un murale di 40 metri di altezza per sottolineare la nuova destinazione dell'edificio che ospita oggi spazi di lavoro creativi, impianti di produzione e spazi per eventi. Commissionato da WantedDesign, il lavoro di Camille Walala si ispira al movimento di design italiano Memphis degli anni Ottanta. Forme geometriche e colori accesi, spesso realizzati con trucchi visivi trompe l'oeil, hanno trasformato la facciata di mattoni dell'edificio industriale in un capolavoro giocoso.

La nuova facciata di Camille Walala è caratterizzata da un diffuso rosa pallido e strisce nere marcate. Il contorno è realizzato da una cornice bianca e nera delimitata da una linea doppia di blu cobalto che si confonde con il cielo. "Attingendo a influenze tra cui il Movimento di Memphis, la tribù Ndebele e Victor Vasarely, Walala ha un entusiasmo irrefrenabile per i motivi giocosi e grafici che invocano un sorriso", ha affermato l'artista britannica in un comunicato. Attorno alle finestre Walala crea un gioco di illusioni ottiche tridimensionali attraverso l'uso di una cornice ad L realizzata con il blu, il verde acqua, il rosso e il giallo che sembra fuoriuscire dalla facciata. Di recente Camille Walala ha partecipato al London Design Festival 2019 con un castello gonfiabile dai suoi tipici colori vivaci sito dietro Liverpool Street Station per aiutare i lavoratori della città a combattere lo stress.