Non è Natale se non si accendono le luminarie lungo le strade e nelle piazze delle città. Che si abiti a New York, Londra o in un comune in provincia di Bari, si inizia a respirare la vera atmosfera delle feste natalizie solo quando compaiono le luminarie. Ci sono città dove diventano una vera e propria occasione di festa con festival a tema differenti di anno in anno, altre città dove l'accensione delle luminarie decreta l'inizio delle festività natalizie in tutto il mondo e città dove ogni ano le luminarie riescono a superare se stesse e ad essere uno spettacolo per gli occhi. Perché innegabilmente il Natale è il periodo più magico dell'anno, con mercatini ovunque, negozi vestiti a festa, piste di pattinaggio, frenesia per i regali, le prime nevicate e le luminarie riescono a completare al meglio quest'aria di festa che si respira ovunque.

Da festival delle lanterne ai pittoreschi villaggi di Natale, i paesi di tutto il mondo hanno le loro tradizioni quando si tratta di celebrare le festività natalizie. Le luminarie delle città sono un elemento fondamentale per immergersi nell'atmosfera natalizia. Abbiamo fatto una selezione delle migliori luminarie in tutto il mondo. Tra le più famose luminarie ogni anno ci sono sicuramente quelle del Rockfeller Center a New York che vengono inaugurate in occasione del Thanksgiving e danno il via alle festività natalizie. Londra riesce sempre a sorprendere con le sue luminarie scenografiche soprattutto nella zona di Oxford Street, Regents Street e Carnaby Street. Parigi, "Ville Lumiere" per eccellenza, quest'anno non ha mostrato grande entusiasmo per le sue luminarie, complici forse i turbamenti politici in atto nel paese in questo periodo. Ad Amsterdam c'è l'Amsterdam Light Festival, che si tiene da dicembre all'inizio di gennaio, quando i canali vengono illuminati dai migliori artisti della luce olandesi e stranieri.

Il Natale 2019 di Lione sorprende con la sua Fête des Lumières, un evento internazionale che si ripete da decenni e che arricchisce la città di installazioni permanenti e luci scenografiche incredibili. Ad esempio, ogni anno, l'8 dicembre, ogni abitante di Lione appoggia candele alle finestre e cammina per le strade della città per ammirare installazioni di illuminazione eccezionali. Salerno si conferma la città italiana per le luminarie con il suo festival di Luci d'Artista, alla sua quarta edizione, che per la prima volta non si concentra su un solo tema ma prova ad immergere i visitatori nella magia delle Fiabe. Insieme a Salerno, quest'anno, l'attenzione ricade anche su altre due città italiane: Como con le sue splendenti luci natalizie di Como Magic Light Festival dietro il tema "Amiamo il Pianeta!" e la tecnologia led a bassissimo consumo per le illuminazioni; Ruvo di Puglia, in Provincia di Bari, con il suo progetto di arte pubblica partecipata "Genius Loci – Luci e suoni d’artista 2019/20" che, alla sua quarta edizione, ha inaugurato il 7 dicembre ed è un omaggio alle invenzioni di Leonardo Da Vinci, a 500 anni dalla sua morte, all’approccio ludico del grande designer italiano Bruno Munari, creatore delle celeberrime “macchine inutili” e alla mappatura di Città Invisibili tracciata da Italo Calvino “GENIUS LUCI 2019”. A Ruvo le istallazioni audio e video sono state realizzate con il contributo importante di cittadini di ogni età insieme a designer, artigiani e makers.