Le accette sono attrezzi utili per spaccare la legna, per effettuare la sramatura o abbattere piccoli arbusti. Si compongono di un manico, una testa a forma di trapezio e una lama. A seconda della lunghezza e della robustezza di ciascuna di queste parti, possono essere utilizzate in maniera professionale dai boscaioli, ma anche per scopo ricreativo dagli amanti del trekking e del campeggio, per sgomberare un'area e renderla praticabile o per procurarsi legna per accendere un fuoco. Ovviamente, bisogna anche valutare quanto è affilata la lama.

Tra tutte le accette in vendita, quelle più richieste al momento sono le accette multiuso, composte da un coltellino svizzero, una forbice e altri utensili che potrebbero rivelarsi utili e che vengono nascosti nel manico.

L'accetta è simile ma non uguale all'ascia e alla scure. La differenza tra questi tre strumenti sta nel tipo di taglio che consentono di effettuare, ma anche nella loro forma e nella lunghezza della lama.

Accetta da spacco e accetta da sramatura

La prima cosa da fare è distinguere tra l'accetta da spacco e l'accetta da sramatura.

L’accetta da spacco è utilizzata per spaccare la legna, attraverso tagli decisi e netti inferti ad una distanza ravvicinata. Ha una forma arrotondata e una lama molto spessa. Il manico ha una lunghezza compresa tra i 30 e i 40 centimetri. Dato il suo peso, è necessario manovrarla con cura, per evitare di farsi male.

L'accetta da sramatura ha il manico più lungo e la lama più sottile, perché è pensata per colpire anche da lontano rami e tronchi piccoli e sottili. È leggera e facile da manovrare, ma richiede comunque particolare attenzione, soprattutto per la lama, soggetta a rovinarsi frequentemente.

Accetta, ascia e scure: le differenze

Alcuni hanno la tendenza ad indicare allo stesso modo l'accetta, l'ascia e la scure. In realtà, questi tre attrezzi per boscaioli sono simili, ma non uguali. È importante conoscerne le differenze, per poter sapere quando è il caso di utilizzare l'uno o l'altro.

Nell'accetta, la testa e il manico sono posizionati parallelamente. Il manico ha una lunghezza massima di 40 centimetri ed è realizzato per lo più in legno. La lama è costruita con un lato curvo, che permette di eseguire tagli netti e molto profondi.

La scure è molto simile all'accetta, nell'aspetto. Confondere le due è molto facile. La differenza sostanziale tra i due attrezzi sta nella lunghezza del manico: nella scure può raggiunge anche i 90 centimetri. In questo modo, è più facile effettuare tagli mantenendo una maggiore distanza.

L'ascia si riconosce perché può essere composta da due lame, poste entrambe ai lati del manico. Rispetto all'accetta e alla scure, è pesante e più complessa da maneggiare. Viene utilizzata solo a livello professionale e richiedere maggiore attenzione e protezione.

Le 10 migliori accette professionali e per il campeggio

Di seguito trovate quelle che sono considerate le migliori accette del momento, a marchio italiano e non. A seconda della lunghezza del manico e dello spessore della lama, cambiano gli usi possibili e il costo. Noi abbiamo pensato di proporvi i modelli in vendita al miglior rapporto qualità/prezzo e più versatili.

Fiskars X5

Tra i marchi più quotati per la creazione di accette c'è Fiskars. Il modello X5 è apprezzato in particolare per il manico, perché è realizzato in maniera innovativa: l'estremità svasata rende più facile impugnarlo e manovrarlo, anche a lungo. Misura 23 centimetri ed è realizzato in acciao, con rivestimento in plastica rinforzata con fibra di vetro. La lama è particolarmente affilata e posizionata in modo da consentire movimenti fluidi e netti. Grazie al foro posto alla fine del manico, è possibile appendere l'attrezzo.

Fiskars X7

Allo stesso marchio appartiene l'accetta X7, costruita con gli stessi materiali e la stessa logica di ergonomicità della precedente, ma differente nelle dimensioni. Questo modello ha il manico lungo 35,5 centimetri. Date le sue misure, il suo peso e la forma della testa, è perfetta per recidere rami sottili, con un diametro massimo di 7 centimetri. Nella confezione è compresa la custodia, per riporla in totale sicurezza. Stando a chi ne ha già fatto uso, l'affilatura della lama resiste a lungo.

Mannesmann 76531

Molto ben recensita è l'accetta Mannesmann 76531, un modello con la testa a cuneo e il manico curvo. Queste caratteristiche consentono un taglio sottile e preciso, anche su arbusti dal diametro non contenuto. Il manico è realizzato in legno ed è laccato e verniciato, per renderlo più attrattivo; l'impugnatura ergonomico rende più semplice bilanciare il movimento del braccio. Pesa poco più di un chilo. Inoltre, è in vendita ad un prezzo contenuto, alla portata di tutti.

Rinaldi 330

Se state cercando un modello classico, solido e affidabile, potete valutare l'acquisto dell'accetta Rinaldi 330. Il manico da 60 centimetri la rende molto utile a livello professionale, per tagliare anche gli arbusti con i tronchi più duri. Inoltre, il legno laccato la rende resistente nel tempo. La lama è realizzata in acciaio ed è ben affilata. Gli esperti del settore ritengono che, in fatto di strumenti utili per il giardinaggio e per il disboscamento, il marchio Rinaldi sia assolutamente affidabile.

Meister 2150200

Se state cercando, invece, un modello più leggero e meno impegnativo, allora potrebbe essere indicata per voi l'accetta Meister 2150200. Il manico di questo modello è realizzato in fibra di vetro ed è flessibile, in grado di accompagnare il movimento; inoltre, è lungo 36 centimetri, per concedere di posizionarsi ad una distanza di sicurezza. La lama è ben fissata sulla testa ed è affilata, realizzata con acciaio di qualità. Ha la capacità di rompere anche i tronchi di medie dimensioni.

Connex COX841460

Molto simile è l'accetta Connex COX841460. Il manico è lungo quasi quaranta centimetri. Data la conformazione della testa e la qualità della lama, consente di effettuare tagli sottili: per questo, se ne consiglia l'uso per procurarsi legna da ardere nel camino o per andare in campeggio. Pesa poco meno di un chilo e si maneggia facilmente. Inoltre, è in vendita con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Si consiglia di avere sempre a portata di mano uno strumento per affilare la lama, che tende a rovinarsi facilmente.

Ultranatura da 46 centimetri

Se state cercando un modello universale, che si adatti a situazioni semplici, ma che possa essere utilizzato anche in maniera più professionale, potete valutare l'accetta realizzata dal marchio Ultranatura. Grazie al manico lungo 46 centimetri, è possibile manovrare questo modello agilmente pur continuando a muoversi a debita distanza. I materiali con cui è realizzata la rendono resistente e assicurano che duri nel tempo. La lama in acciaio Hi-Carbon è progettata per poter essere riaffilata più volte senza rovinarsi.

Cold Steel CS92BKPTHZ

Se siete alle prime armi e volete uno strumento facile da utilizzare, potete valutare l'acquisto dell'accetta Cold Steel CS92BKPTHZ, realizzata quasi interamente in plastica resistente e perfetta per tagliare rami sottili e facili da gestire. Disponibile in colore nero, questo attrezzo è leggero e non richiede una manutenzione particolare. Inoltre, è in vendita ad un prezzo non eccessivo, alla portata di tutte le tasche.

Imex El Zorro 31746

L'accetta Imex El Zorro 31746 è perfetta per piccoli e grandi lavori. Il manico è lungo 27,5 centimetri ed è realizzato in acciaio con rivestimento in gomma: queste caratteristiche lo rendono maneggevole, ma affidabile. La lama in acciaio è tagliente e non necessita di manutenzione continua. Potrete utilizzare questo utensile sia per lavori facili che per lavori da professionisti. Si monta e si smonta facilmente, per essere conservato senza occupare troppo spazio.

Spear & Jackson 3715AB

L'ultimo prodotto che vi proponiamo è l'accetta Spear & Jackson 3715AB. Si tratta di un modello classico, con il manico in legno di noce e la testa in acciaio di carbonio. Nella confezione è compreso un coprilama, per permettervi di riporlo in totale sicurezza. Il manico è lungo 38 centimetri e permette di effettuare movimenti agili e fluidi. Il marchio, affidabile e di qualità, offre 10 anni di garanzia e assicura che il prodotto può essere utilizzato per lavori più o meno professionali.

Come scegliere la migliore accetta

Per poter capire qual è il modello migliore di accetta tra quelli in vendita, bisogna valutare diversi aspetti. Per prima cosa, bisogna tenere conto dei materiali e delle caratteristiche delle componenti, il manico, la testa e la lama. Ma non solo. Anche le dimensioni e gli accessori eventualmente comprensi possono fare la differenza. Dunque, prestate attenzione e non abbiate fretta di procedere all'acquisto.

Lama

La lama è sempre realizzata in acciaio. Non tutte, però, sono di qualità. Per riconoscere la migliore, valutate la resistenza dell'affilatura e ogni quanto deve essere fatta manutenzione. Se viene meno spesso, significa che il prodotto non è dei più buoni.

L'affilatura della lama può essere più o meno tagliente: tutto dipende dalla sua forma. Quella più professionale è a forma di V, mentre quella meno lavorata è convessa, a forma di U. Attenzione, però: l'affilatura a forma di V si perde più facilmente dell'altra e richiede maggiore manutenzione. Tutto dipende da quanto spesso dovete utilizzare l'accetta.

Testa

La testa è la parte su cui viene montata la lama. Ne esistono di tre tipi. La testa a cuneo è perfetta per i lavori più pesanti; la testa sottile è perfetta per recidere i rami secchi; la testa universale è il giusto compromesso, perché consente di effettuare sia lavori più pesanti che lavori più leggeri, garantendo risultati di livello medio-alto.

Qualsiasi tipologia scegliate, assicuratevi che la testa sia ben saldata sul manico e non rischi di staccarsi durante l'uso, rivelandosi un pericolo.

Manico

La maggior parte delle accette sono realizzate con il manico in legno, perché è un materiale particolarmente resistente. Per valutarne la qualità, osservate le venature: se sono ravvicinate, siete di fronte ad un attrezzo da non lasciarvi sfuggire. Una buona mossa potrebbe essere quella di laccare il legno, per aumentarne ulteriormente la resistenza.

Una valida alternativa possono rivelarsi le accette con il manico in polipropilene e in fibra di vetro, che sono più leggere e facili da maneggiare e portare con sè, anche se rischiano di rovinarsi più facilmente.

Accessori

L'accetta è un attrezzo particolarmente delicato da manovrare, ma anche da trasportare e conservare. Per questo, avere a portata di mano anche degli accessori di contorno potrebbe fare la differenza.

Per esempio, potrebbe rivelarsi particolarmente utile avere con sè un coprilama e una custodia, per poterlo riporre in uno zaino e tirarla fuori senza rischiare di farsi male.

Ancora, assicuratevi di avere sempre con voi un affila-lama, utile per poter utilizzare l'accetta sempre al massimo delle sue potenzialità.

Ma non è tutto. Un attenzione particolare meritano le accette multifunzione: si tratta di strumenti che, oltre alla classica lama, sono provvisti di forbice, taglierino e altri attrezzi che potrebbero rivelarsi utili in campeggio o in una gita nel bosco.

Come fare l'affilettatura

Come si affila un'accetta? Per farlo, è necessario di avvalersi di uno strumento tra la cote, l’acciaino o l’affilatrice elettrica.

La cote è una pietra su cui la lama viene sfregata. Se ne trovano di economiche, è leggera ed è facile da trasportare.

L'acciaino è una lunga asta d'acciaio con impugnatura ergonomica, che ha quasi le sembianze di un cacciavite, ma più lungo e leggero.

Sia la cote che l'acciaino sono strumenti manuali che basano la loro funzionalità sulla forza impressa dal movimento della mano.

L'affilatrice elettrica è uno strumento più professionale, che permette di affilare le lame più velocemente e precisamente. Ovviamente, però, ha un costo maggiore. Inoltre, per funzionare necessità di elettricità. Se ne sconsiglia, quindi, l'uso in campeggio, dove potrebbe non essere possibile avere a disposizione la corrente elettrica.