I carrelli porta attrezzi – o carrelli porta utensili – sono indispensabili per tenere in ordine e a portata di mano gli strumenti da lavoro; sono apprezzati sia da chi lavora in un'officina, sia dagli hobbisti, amanti del fai da te casalingo. Collocare gli attrezzi nel giusto ordine rende il lavoro più facile e veloce: per questo, il carrello deve permettere di suddividere i suppellettili in maniera funzionale, deve essere compatto e facile da spostare.

Al contrario di quanto si può pensare, i carrelli porta utensili non sono tutti uguali; bisogna valutare la stabilità delle ruote, il numero di cassetti, la resistenza dei materiali, le dimensioni della struttura e tanti altri aspetti. Non a caso, cercando i carrelli portautensili su Amazon si è messi di fronte ad una vasta scelta.

In questa guida, cercheremo di aiutarvi a capire l'utilità di un carello porta attrezzi – sia per uso professionale che per uso casalingo -, ma anche quali sono i modelli più ricercati, acquistati e venduti in questo momento.

Perché comprare un carrello porta attrezzi?

L'utilità di un carrello portautensili non deve essere sottovalutata.

I cassetti di diverse dimensioni permettono di conservare tutti gli utensili in maniera ordinata; in questo modo, non solo non andranno persi, ma sarà facile sapere sempre dove sono e ottimizzare i tempi durante il lavoro. Meglio ancora se sono anche estraibili o con apertura basculante, per andare incontro a qualsiasi tipo di necessità.

Ma non è tutto; grazie alle ruote che girano a 360° e sono dotate di fermo, il carrello può essere spostato facilmente, per averlo con sè in tutti gli ambienti dove è necessario.

Inoltre, i modelli più completi e funzionali hanno una struttura modulare: questo significa che sono scomponibili e si ha la possibilità di portare con sè solo alcuni scomparti, se si ritiene di non doverli utilizzare tutti.

I migliori carrelli portautensili a confronto

Quali sono i migliori carrelli portautensili al momento? Qui di seguito trovate una selezione dei modelli che, su Amazon o presso i rivenditori autorizzati, trovate in vendita con un buon rapporto qualità/prezzo, di diverse dimensioni e forme, ma anche colori.

Daimann One

Se cercate un carrello porta attrezzi professionale, Daimann One potrebbe essere quello giusto. È dotato di 6 cassetti ed include 155 utensili già organizzati nel primo scomparto. Le quattro ruote e la maniglia posta sul lato ne rendono la gestione e il trasporto più semplice. Il piano di lavoro è in ABS e realizzato con bordi anticaduta, per evitare di perdere gli utensili. Misura 90 x 45 x 86 centimetri.

Pro: questo carrello è in vendita con un ottimo rapporto qualità/prezzo, che lo rende più competitivo di altri modelli nella vendita.

Contro: tutti coloro che hanno provato a farne uso ne hanno apprezzato l'organizzazione e ne consigliano l'acquisto.

Frontier XTB220

Chi ha bisogno di un carrello scomponibile può optare per il modello Frontier XTB220. I quattro cassetti superiori possono essere trasportati separatamente dal carrello, dotato di altri due cassetti e uno scomparto più ampio. Per trasportare il carrello completo si può fare affidamento sulle ruote, che riducono notevolmente lo sforzo. Misura 71 x 68 x 40 centimetri.

Pro: potendo scomporre l'utensile, lavorare senza doversi continuamente spostare diventa più semplice. In questo modo, si dimezzano anche i tempi.

Contro: alcuni utenti hanno ricevuto carrelli non in perfette condizioni, ma l'azienda ha provveduto alla tempestiva sostituzione.

Einhell 4510150

Tra i carrelli più ricercati dagli utenti c'è senza dubbio Einhell 4510150. Il marchio Einhell è una garanzia, quando si tratta di utensili destinati al fai da te. Disponibile in colore blu, questo carrello è realizzato in acciaio e ha una capacità di carico massima di 150 chili. I 4 cassetti di cui dispone sono dotati di inserto antiscivolo. Delle 4 ruote presenti, 2 sono dotate di fermo. Misura 73 x 80 x 50,5 centimetri.

Pro: oltre che per la sua estetica, questo carrello è apprezzato perchè realizzato con materiali effettivamente resistenti.

Contro: si consiglia di evitare di aprire tutti i cassetti insieme, per evitare di sbilanciarlo.

Einhell TC-TW 100

Appartiene sempre al marchio Einhell il carrello TC-TW 100. Misura 67 x 38 x 72,4 centimetri e ha una portata massima di 75 chili. I manici e le rotelle ne rendono più facile lo spostamento. Le ruote posteriori sono dotate di fermo, per garantire maggiore stabilità. Sotto al piano di lavoro, ci sono 4 cassetti e uno scomparto più ampio. Il vano portaoggetti è nascosto.

Pro: i cassetti sono realizzati in modo da poter essere estratti singolarmente, in base alla necessità durante l'utilizzo.

Contro: data la sua portabilità, questo carrello è perfetto per conservare gli utensili adatti al fai da te casalingo, più che per un'officina.

Stanley 1-79-206

Il carrello portautensili Stanley 1-79-206 è indicato per chi ha bisogno di un modello completo, ma scomponibile; in effetti, può essere diviso in tre parti. Lo scomparto superiore è dotato di vano portaoggetti e un cassetto, quello centrale di due cassetti e quello inferiore di contenitore con apertura basculante. Per il trasporto bisogna fare affidamento sul maniglione in alluminio e le due ruote posteriori. Misura 86,6 x 48,8 x 34,8 centimetri.

Pro: quello proposto da Stanley è uno dei carrelli più completi tra quelli in vendita. Permette una precisa organizzazione degli strumenti da lavoro.

Contro: la capienza dei cassetti rende questo carrello idoneo a chi necessita di un numero limitato di utensili.

Eberth

Il carrello portautensili di Eberth è l'ideale per chi ha bisogno di un buon numero di scomparti in cui sistemare gli attrezzi; è, infatti, dotato di 7 cassetti con superficie antiscivolo. Misura 61.5 x 33 x 85 centimetri e pesa circa 28 chili. Grazie alla serratura, è possibile mettere al sicuro i propri attrezzi. Le ruote per il trasporto sono quattro, di cui due dotate di freno.

Pro: grazie al numero di cassetti presenti, è possibile sistemare tutti i tipi di utensili necessari senza doverli mischiare.

Contro: i cassetti non sono particolarmente robusti, ma adeguati a contenere gli utensili per l'hobbistica.

Usag 516 SP6V

Se necessitate di avere cassetti di diversa capienza, potete optare per quelli di cui dispone il carrello Usag 516 SP6V, che ne ha in totale 6, tutti estraibili singolamente. Il piano di lavoro è in ABS, resistente, con bordi anticaduta integrati. Per una maggiore manovrabilità, è presente una doppia maniglia. La chiusura è centralizzata. Misura 74,4 x 51,5 x 97 centimetri.

Pro: nella confezione è presente anche un sistema portaflaconi, che può essere sistemato a destra o a sinistra, a seconda delle necessità.

Contro: le maniglie, secondo alcuni utenti, non sono particolarmente resistenti, ma possono essere sostituite.

TecTake

Il carrello portautensili di TecTake è particolarmente indicato per le officine, oltre che per uso hobbistico. È disponibile in colore nero, blu e rosso. Misura 69 x 33 x 79 centimetri ed è dotato di 4 ruote (di cui due con fermo) e una maniglia ergonomica. I cassetti hanno capienze diverse, per poter soddisfare tutte le esigenze. Si monta molto facilmente.

Pro: TecTake permette di scegliere tra la versione in nero, quella in rosso e quella in blu, prestando attenzione non solo alla funzionalità, ma anche all'estetica.

Contro: gli utenti ritengono che il carrello rispecchi le caratteristiche descritte e non riservi brutte sorprese.

Homcom

Il carrello portautensili proposto da Homecom misura 61.5 x 33 x 85 centimetri e dispone di cinque cassetti, tutti di diversa capienza ed estraibili singolarmente. I cassetti possono essere assicurati con le chiavi in due diversi punti. L'intera struttura è realizzata in lamiera di acciaio, leggera, ma affidabile. Una maniglia ergonomica è posta lungo il lato più corto.

Pro: data la cura nel design, questo carrello può essere utilizzato anche come complemento d'arredo.

Contro: tutti coloro che hanno acquistato questo carrello lo hanno recensito positivamente e ne consigliano l'acquisto.

Vida XL

L'ultimo carrello presente in questa guida è quello proposto da Vida XL. Misura 690 x 330 x 772 millimetri e dispone di 7 cassetti di diversa capienza. Il rivestimento esterno è laccato con una vernice antigraffio e l'interno dei cassetti è rivestito con materiale antiscivolo. Il manico per facilitare gli spostamenti è posto lateralmente. I cassetti sono estraibili e manovrabili singolarmente.

Pro: è un carrello versatile, che si presta a diversi usi. Inoltre, è leggero e facile da trasportare.

Contro: i tappetini antiscivolo per i cassetti devono essere montati a parte, ma sono compresi nella confezione.

Tipologie di carrelli porta attrezzi

La prima distinzione tra i carrelli viene fatta in base alla tipologia di scomparti che presenta. Tutti i modelli sono provvisti di un piano di lavoro, ma differiscono per il modo in cui consentono di riporre e conservare gli strumenti da lavoro.

Cassetti

Alcuni carrelli portautensili sono composti esclusivamente da cassetti. Questi sono pensati gli utensili di piccole o medie dimensioni da usare frequentemente. Il numero dei cassetti e le loro dimensioni sono vari; possono essere più o meno profondi, perché di varia grandezza sono i suppellettili. Generalmente, i cassetti sono estraibili, in modo da poter essere utilizzati e gestiti indipendentemente dalla struttura.

Vassoi

Altri carrelli porta attrezzi, invece, sono suddivisi non solo in cassetti, ma anche in vassoi, che permettono di riporre strumenti di grandi dimensioni. Solitamente ne sono due e o sono disposti a distanza l'uno dall'altro, per consentire di riporre tutto con ordine e senza alcuna difficoltà.

Ante

Ottimo potrebbe rivelarsi avere a disposizione anche un'anta, in cui riporre trapani, smerigliatrici e altri attrezzi difficili da collocare in un cassetto o che creano ingombro su un vassoio.

Sistema portaflaconi

Meno usuale, ma comunque comodo, è il sistema portaflaconi, che può essere fissato ai lati e consente di avere a portata di mano anche la colla o la vernice.

Come scegliere il migliore carrello portautensile

Per scegliere il miglior carrello portautensile, non basta solo valutare la divisione degli scomparti. Bisogna tener conto anche delle dimensioni totali della struttura, della portata massima che può sopportare, dell'ergonomicità della maniglia, della presenza della serratura e del materiale con cui è realizzato.

Dimensioni

I carrelli possono essere di grandi, medie o piccole dimensioni, a seconda del numero di scomparti di cui dispongono e della loro capienza. La valutazione di questo aspetto deve essere fatta in base allo spazio che si ha a disposizione in garage o in casa, a seconda di dove si pensa di posizionare il carrello.

Portata

La portata fa riferimento al carico massimo che ogni carrello può sopportare prima di cedere. Solitamente, i carrelli possono sopportare da un minimo di 50 ad un massimo di 150 chili. Quando sono presenti numerosi scomparti, è bene assicurarsi che sia indicata anche la portata di ciascuno, oltre a quella totale.

Maniglia

La maniglia – o maniglione, a seconda delle sue dimensioni -, quando è presente, viene posizionata lungo il lato che non presenta cassette. È bene che sia ergonomica, perchè deve servire a rendere più facile e agevole il trasporto del carrello.

Serratura

Alcuni modelli sono dotati di una serratura per tutti i cassetti. Poter assicurare i cassetti può rivelarsi utile in particolare per chi lascia il carrello in officina e conserva attrezzi da lavoro.

Materiale

La maggior parte dei carrelli portautensili sono realizzati in acciaio, rivestiti o meno. È bene assicurarsi che gli scomparti non cedano facilmente e siano, quindi, messi appunto con materiale resistente, che consenta di sopportare anche il peso di utensili pesanti.

Questo è tutto quello che c'è da sapere sui carrelli per conservare gli utensili. Se avete trovato il modello che fa per voi, procedete pure all'acquisto; in caso contrario, su Amazon trovate altri carrelli portautensili, da valutare e confrontare con quelli proposti in questo articolo.