Gli scaldasalviette elettrici, o termoarredi elettrici, sono utili per avere a portata di mano teli ed asciugamani sempre caldi e asciutti e per riscaldare la stanza nella quale si trovano, evitando la formazione di muffe e batteri causate dall'eccessiva umidità. In commercio sono presenti modelli con soffiante integrato, cromati, a piantana o con termostato, hanno dimensioni e struttura variabile e vanno posizionati su una parete domestica, generalmente quella del bagno. Particolarmente utili nel periodo invernale, possono essere posizionati anche in cucina  per avere a disposizione canovacci asciutti e pronti per essere utilizzati.

A metà tra un calorifero ed un complemento d'arredo, gli scaldasalviette elettrici, dati i numerosi modelli presenti sul mercato, sono diventati dei veri e proprio oggetti di design. Dal momento che prima di acquistarne uno è necessario considerare una serie di fattori, abbiamo stilato una lista contenente i migliori termoarredi elettrici basandoci sulle recensioni degli utenti che hanno acquistato online e sul rapporto qualità/prezzo. Prima, però, segnaliamo quali sono le caratteristiche generali da tenere in considerazione prima di acquistare quello che meglio si addice alle esigenze quotidiane. Ci siamo focalizzati esclusivamente su quelli elettrici, tralasciando i modelli che possono essere allacciati direttamente alla caldaia.

Come scegliere il miglior scaldasalviette elettrico: caratteristiche da valutare

Gli scaldasalviette elettrici hanno un sistema di installazione piuttosto semplice, dal momento che basta collegarli alla presa di corrente più vicina alla parete sulla quale si vuole posizionarli. Particolarmente resistenti alla corrosione e agli agenti chimici, grazie alle vernici epossidiche di cui sono rivestiti e che permettono alle barre di cui sono composti di stare a contatto con teli ed asciugamani bagnati senza danneggiarsi, i termoarredi elettrici possono rivelarsi un complemento d'arredo molto utile. Prima di acquistarne uno, però, è necessario valutare con attenzione i seguenti fattori: dimensioni, tipologie disponibili, potenza e consumi, presenza del timer, quantità delle barre che lo compongono, tipologia dei materiali, sicurezza e, infine, il design. Analizziamole insieme una per una.

Dimensioni

Il primo aspetto da valutare attentamente prima di acquistare questo complemento d'arredo è sicuramente quello delle dimensioni, dal momento che è necessario che si adatti perfettamente alla grandezza della parete scelta per posizionarlo. Iniziamo dicendo che un termoarredo può partire da un minimo di  40 cm di altezza fino ad un massimo di 50 metri e raggiungere un peso di 50 Kg. In linea generale, suggeriamo sempre di avere piena consapevolezza dello spazio domestico a disposizione per evitare di acquistare un prodotto che non si rivelerà comodamente utilizzabile nell'ambiente in cui si vuole installarlo. Se da un lato sconsigliamo di scegliere tipologie troppo ingombranti, dall'altro ci teniamo a sottolineare che la grandezza dello scaldasalviette sarà direttamente proporzionale alla quantità di teli ed asciugamani che potrà contenere. Ovviamente, un modello più grande sarà composto da più barre sulle quali appoggiare un numero maggiore di salviette rispetto ad uno più piccolo e compatto. Dal momento che in commercio è possibile trovare con estrema forme e dimensioni diverse, suggeriamo di optare per un modello che sia sicuramente adatto alle dimensioni della parete domestica ma che non sacrifichi la comodità. Insomma, un punto di incontro tra praticità ed efficienza a seconda delle esigenze quotidiane e personali.

Tipologie disponibili

In commercio ci sono principalmente 4 tipologie di termoarredi elettrici: cromato, a piantana, con termostato ed orizzontali. Vediamo insieme le differenze.

  • Cromato: esteticamente gradevole, questo modello, uguale agli altri per quanto riguarda le funzionalità, presenta una particolare superficie cromata che lo rende ideale per essere posizionato anche in altri ambienti domestici e non solo in bagno. Questa peculiarità lo rende un vero e proprio oggetto di design.
  • A piantana: questa tipologia è più compatta delle altre e può essere spostata con estrema facilità nei diversi ambienti domestici a seconda delle esigenze, grazie alla piantana con la base larga sulla quale si sviluppano. È perfetta per tutti coloro che non hanno a disposizione ampi ambienti domestici e non richiede alcun tipo di installazione: basta collegarla alla presa elettrica più vicina.
  • Con termostato: è un modello molto utile in quanto la presenza del termostato permette di regolare la temperatura e, di conseguenza, di utilizzarlo senza sprechi energetici ed economici. Specifichiamo però che non tutti i termoarredi elettrici sono dotati di questa opzione.
  • Orizzontale: alcune tipologie non si sviluppano verticalmente ma orizzontalmente e, per questo motivo, è ancora più importante valutare gli spazi a disposizione e le dimensioni dello scaldasalviette.

Potenza e consumo energetico

Un altro fattore importante da valutare e che differenzia in modo sostanziale questi oggetti tra di loro, sono la potenza ed i relativi consumi energetici. Il consiglio generale, ovviamente, è quello di optare per un modello a basso consumo per utilizzarlo ogni volta senza che occorre spendere troppo e senza preoccuparsi dei costi da sostenere. I termoarredi elettrici, infatti, una volta collegati alla presa elettrica domestica, azionano il riscaldamento attraverso un fluido termovettore, generalmente dell'acqua, che si trova al suo interno e che propagherà il calore nell'ambiente domestico. La loro potenza si esprime in Watt e, generalmente, vanno da un minimo di 50 Watt ad un massimo di 700 Watt. Ovviamente, maggiori saranno i Watt, maggiore sarà la loro capacità di riscaldare anche ambienti più ampi anche se, è bene ricordarlo, il compito degli scalsasalviette, come dice il nome stesso, è quello di riscaldare i teli e non le stanze: la loro efficienza non può, quindi, sostituire quella di un termosifone. Specifichiamo che alcuni modelli in commercio sono dotati di termostato, che permette di monitorare la temperatura e di regolarla per avere sotto controllo i consumi.

Presenza del timer

È un'opzione presente solo in alcuni modelli e molto utile non solo per regolare l'intensità del calore, ma anche per decidere quando azionare lo scaldasalviette. L'utilizzo del timer può rivelarsi molto comoda per tutti coloro che trascorrono fuori casa gran parte della giornata e desiderano, al loro rientro, trovare un ambiente domestico caldo e confortevole.

Quantità delle barre

La principale caratteristica di questo complemento d'arredo è senza dubbio la presenza delle barre, necessarie per distendere gli asciugamani, i canovacci e gli accappatoi e per riscaldarli. Il numero delle barre presenti influenza, ovviamente, le dimensioni dello scaldasalviette: ovviamente, maggiore sarà il numero, più grande sarà la struttura. La presenza di molte aste orizzontali, infatti, se da un lato permette di contenere più teli, dall'altro può occupare più spazio e risultare più ingombrante. In commercio, generalmente, si trovano termoarredi elettrici formati da un minimo di 2 ad un massimo di 20 barre.

Tipologia dei materiali

Sul mercato sono disponibili due tipologie di scaldasalviette: in acciaio o in alluminio. Quelli appartenenti alla prima categoria si riscaldano e si raffreddano molto più rapidamente rispetto ai primi, oltre ad essere esteticamente più belli, fino a sembrare dei veri e propri oggetti d'arredamento. L'acciaio, inoltre, è meno fragile e molto più robusto dell'alluminio. Per questa motivazione e per quelle precedenti, i termoarredi in acciaio sono meno economici di quelli in alluminio che, in ogni caso, concedono comunque ottime performance.

Sicurezza

Trattandosi di un oggetto che funziona attraverso la corrente elettrica, è necessario utilizzarlo con particolare attenzione ed osservando alcune semplici regole che evitano spiacevoli inconvenienti. In primo luogo suggeriamo di installarlo sempre ad una distanza di sicurezza di almeno 60 cm da lavandini o docce per evitare pericolosi contatti con l'acqua. Inoltre, sconsigliamo di coprire le prese d'aria (se presenti) con i teli e gli asciugamani e di assicurarsi della presenza delle certificazioni che attestano la resistenza agli schizzi d'acqua (IPx4 o IPx5).

Design

Trattandosi di un oggetto che sarà molto visibile è necessario valutare attentamente la sua struttura e, perché no, anche l'impatto sulla parete. In questo senso è molto importante, prima di acquistarne uno, considerare la forma ed anche il colore, per compiere una scelta che sarà in linea con lo stile e con l'arredamento della casa. In commercio sono disponibili tanti modelli ed alcuni sono così esteticamente belli e potenti che possono tranquillamente sostituire i tradizionali termosifoni e non essere posizionati solo in bagno.

Migliori scaldasalviette elettrici del 2019

Dopo aver analizzato tutte le caratteristiche principali da valutare prima di acquistarne uno, scopriamo insieme quali sono i migliori scaldasalviette del 2019. Abbiamo realizzato una lista in base alle recensioni degli utenti che hanno acquistato online e al rapporto qualità/prezzo.

Fabinstore

Molto facile da installare, questo modello di Fabinstore è uno dei più apprezzati dagli utenti che hanno acquistato online. Due delle sue principali caratteristiche sono la presenza del termostato che permette di regolare la temperatura a seconda delle esigenze e la funzione di accensione/spegnimento programmabile: due opzioni che permettono di utilizzarlo ogni volta che se ne ha necessità senza temere di consumare e di spendere troppo. Il design è abbastanza tradizionale, mentre le dimensioni lo rendono ideale per un bagno dalle dimensioni medie. La potenza di 500 Watt, infine, lo rende funzionale e capace di riscaldare sufficientemente gli ambienti.

Pro: grazie alla sua potenza, riesce a raggiungere la temperatura desiderata in pochi minuti e in maniera soddisfacente. Questa caratteristica lo rende un buon sostituto di un termosifone tradizionale in ambienti medio/piccoli.

Contro: gli utenti Amazon che l'hanno acquistato sottolineano che la presa per collegarlo alla corrente risulta leggermente corta, ma basta utilizzare una prolunga per ovviare al problema.

Cortina

Dotato di termostato analogico, questo termoarredo di Cortina  permette di impostare la temperatura desiderata con estrema semplicità. Anche questo modelli risulta molto facile da installare e perfetto da utilizzare in ambienti medi dal momento che raggiunge rapidamente il calore desiderato, diffondendolo in pochi minuti. Le dimensioni ed il design, sebbene abbastanza tradizionale, sono stati studiati in modo tale da realizzare un prodotto facilmente abbinabile a qualsiasi arredamento o stile adottato per gli interni.

Pro: il vantaggioso rapporto qualità/prezzo che permette di acquistare un prodotto efficiente ed esteticamente gradevole senza spendere troppo.

Contro: anche per questo scaldasalviette gli utenti Amazon avrebbero preferito un cavo leggermente più lungo. Per il resto non sono state riscontrate particolari criticità da parte di chi lo ha acquistato.

InnovaGoods

Ideale per il bagno, ma facilmente trasportabile in camera da letto o in altri ambienti domestici grazie ai piedi rimovibili, InnovaGoods è la soluzione ideale che coniuga efficienza e praticità. Dotato di 6 barre ed installabile anche sulla parete, questo scaldasalviette è particolarmente apprezzato da chi lo ha acquistato perché mantiene le asciugamani ed i teli sempre perfettamente asciutti, eliminando la fastidiosa sensazione di umidità.

Pro: la possibilità di poterlo trasportare comodamente in qualsiasi ambiente domestico ed il vantaggioso rapporto qualità/prezzo.

Contro: la potenza di 90 W non permette di utilizzarlo come alternativa al termosifone, ma come scaldasalviette risulta molto efficiente.

Ercos

Ercos è l'ideale per il riscaldamento di ambienti di medie dimensioni perché raggiunge in pochi minuti la temperatura desiderata senza consumare troppo. Questa caratteristica permette di utilizzarlo tranquillamente ogni volta che occorre con un buon risparmio sia energetico che economico. Il design tradizionale ed il classico colore bianco lo rendono adattabile a qualsiasi stanza da bagno e facilmente posizionabile in altri ambienti, dal momento che si abbina a qualsiasi stile o arredamento domestico.

Pro: risulta molto facile da montare e da installare, oltre ad essere una soluzione economica per tutti coloro che vogliono acquistare un complemento d'arredo di questo tipo senza spendere troppo.

Contro: negli ambienti troppo ampi il calore generato da questo termoarredo da bagno potrebbe non essere sufficiente.

Cayenne

Continuiamo la nostra lista con Cayenne  un modello con una potenza di 500 Watt che lo rende capace di riscaldare in modo soddisfacente stanze da bagno e/o ambienti anche sufficientemente ampi. Dotato di ben 20 aste orizzontali distanziate tra di loro per facilitare le operazioni di pulizia, è capace di contenere e di riscaldare una buona quantità di asciugamani, salviette ed accappatoi. È dotato di un comodo termostato analogico attraverso il quale poter azionare diverse funzioni, tra le quali accensione/spegnimento ed eco, per evitare di consumare e di spendere troppo.

Pro: facile da montare, questo termoarredo da bagno risulta molto efficiente non solo come scaldasalviette, ma anche come "termosifone". La presenza del termostato per regolare la temperatura, inoltre, permette di utilizzarlo senza consumare troppo in termini economici ed energetici.

Contro: non sono state riscontrate particolari criticità da parte degli utenti che hanno acquistato online.

Betec

Questo modello elettrico di Betec dalle dimensioni contenute e dal peso di soli 3 Kg è comodo da posizionare in qualsiasi ambiente domestico. Grazie ai piedi in dotazione, è possibile scegliere se appenderlo alla parete o lasciarlo a libera installazione, a seconda della comodità e delle esigenze. Con una potenza di 100 Watt, non consuma troppo in termini di energia elettrica e permette un utilizzo quotidiano senza spendere troppo. Realizzato in alluminio e con un cavo lungo ben 90 Mt, questo termoarredo coniuga efficienza, praticità e risparmio economico.

Pro: la lunghezza del cavo che permette di poterlo posizionare senza problemi ovunque si preferisce senza l'utilizzo della prolunga.

Contro: alcuni utenti Amazon che lo hanno acquistato hanno sottolineato non solo si riscalda velocemente, ma si raffredda dopo pochi minuti di spegnimento.

Come utilizzare un termoarredo da bagno

Uno scaldasalviette è elettrico è un complemento d'arredo molto utile, soprattutto in inverno, per mantenere calde le asciugamani, i teli, gli accappatoi, per eliminare l'umidità e per tenere sempre perfettamente igienizzato l'ambiente nel quale viene installato perché, prevenendo la formazione di umidità, evita la formazione di muffa. Per un corretto utilizzo del termoarredo da bagno suggeriamo di tenere in considerazione la lunghezza del cavo, elemento fondamentale per permetterne un'installazione libera negli ambienti in cui si preferisce. Ugualmente importante è posizionarlo ad una distanza di sicurezza di almeno 60 cm da docce e lavandini per evitare spiacevoli e pericolosi inconvenienti. Nel caso in cui si decida di installarlo in prossimità di questi altri complementi d'arredo, è necessario assicurarsi che siano presenti le diciture IPx4 o IPX5, che indicano la protezione dagli schizzi d'acqua. Nel caso in cui il modello prescelto sia dotato di timer o termostato, consigliamo di utilizzarlo per evitare inutili sprechi di energia elettrica che gravano sui costi da sostenere. L'ultimo suggerimento è quello di utilizzare lo scaldasalviette elettrico esclusivamente per mantenere calde o asciugare teli, asciugamani ed accappatoi e non ulteriori indumenti