I trafori elettrici, detti anche trafori oscillanti, sono apparecchi da laboratorio composti da lame di acciaio che vengono utilizzati per il fai da te perché utili per tagliare e forare in modo preciso tavole di legno, o altri materiali solidi, e realizzare piccoli o grandi lavori di precisione. Vengono infatti utilizzati per l'hobbistica in quanto, seguendo dei disegni o delle sagome prestabilite, sono capaci di realizzare non solo linee dritte e precise, ma anche curve e tagli inclinati per dar vita a modellini, giocattoli e a diversi oggetti decorativi. I trafori elettrici generalmente restano fissi su un banco da lavoro o, quelli migliori, sono dotati di un piano d'appoggio incorporato inclinabile fino anche a 45° per permettere di eseguire anche tagli obliqui.

Dal momento che in commercio sono disponibili diversi modelli, abbiamo stilato una lista contenete i migliori trafori oscillanti del 2020 basandoci sulle recensioni degli utenti che hanno acquistato online. Scopriamo insieme quali sono.

Gli 8 migliori trafori elettrici del 2020

Anche se i trafori oscillanti elettrici sono strumenti principalmente utilizzati per il fai da te sul mercato sono disponibili tante tipologie che si differenziano per funzionalità, per caratteristiche tecniche e per il costo. Vediamo insieme quali sono quelli che dovrebbero essere presenti in tutti i laboratori degli appassionati di bricolage.

Proxxon 28092

Iniziamo la nostra lista di suggerimenti con Proxxon 28092 un modello con una potenza di ben 205 Watt che consente di eseguire dei lavori professionali e di tagliare con estrema precisione non solo il legno, ma anche metalli. Dotato di un funzionamento a due velocità, questo traforo elettrico raggiunge dai 990 ai 1500 giri al minuto, caratteristica che consente di eseguire tagli netti e precisi per risultati eccellenti. Essendo un apparecchio abbastanza pesante, sopporta molto bene le vibrazioni ed assicura solidità e robustezza.

Pro: la sua versatilità, dal momento che è possibile inclinarlo di 45° per poter effettuare anche tagli obliqui molto precisi.

Contro: alcuni utenti segnalano che le lame sono leggermente sottili e tendono un po' a flettersi durante i lavori.

Dremel Moto-SaW

Dremel Moto-Saw  è uno strumento dall'ottimo rapporto qualità/prezzo adatto sia ai professionisti del fai da te, sia agli appassionati alle prime armi. Con il suo motore da 70 Watt e la possibilità di variare la velocità, che va dai 1500 ai 2250 giri al minuto, è possibile realizzare piccoli o grandi lavori di precisione con tagli altamente professionali. È, infine, uno dei modelli più leggeri in assoluto, caratteristica che consente di utilizzarlo sia in modalità fissa, sia in modalità mobile, per tagliare anche tavole o lastre di grandi dimensioni.

Pro:  è dotato di binari e di linee guida parallele che consentono di eseguire lavori molto precisi e di un seghetto molto leggero che risulta facile e pratico da utilizzare.

Contro: la potenza del motore non è molto elevata rispetto a quella degli altri modelli, ma risulta ugualmente un apparecchio molto valido per eseguire lavori professionali.

Einhell 4309040

Particolarmente apprezzato da chi l'ha acquistato online è anche Einhell 4309040, un modello che, anche se tra i più economici presenti sul mercato, è capace di offrire ottime prestazioni e di realizzare lavori professionali. La potenza del motore di ben 120 Watt, infatti, consente di tagliare anche il legno abbastanza duro in modo molto preciso, così come anche la possibilità di poter regolare la velocità, che può andare da un minimo di 400 giri al minuto ad un massimo di 1600 giri al minuto. È possibile inclinarlo fino a 45° per effettuare anche tagli obliqui.

Pro: gli utenti Amazon hanno particolarmente apprezzato la presenza di un bocchettone utile per attaccare l'aspirapolvere e pulire il tavolo da lavoro dai trucioli del legno.

Contro: coloro che l'hanno acquistato segnalano l'assenza di binari e di linee guida per guidare il lavoro con la massima precisione.

Proxxon 27088

Proxxon 27088  è un modello compatto, dalle dimensioni contenute e che occupa poco spazio, l'ideale per realizzare piccoli lavori di precisione, come giocattoli e modellini di diverse tipologie. Grazie alla sua lama molto rigida è possibile non solo tagliare fogli di compensato o di cartone, ma anche quelli di materiali più duri, come l'alluminio, l'ottone e il vetro acrilico. Anche quest'altro modello di Proxxon da la possibilità di utilizzare due velocità di lavoro, che vanno da un minimo di 150 giri al minuto ad un massimo di 2500 giri al minuto per garantire il massimo della precisione.

Pro: questo traforo elettrico è particolarmente apprezzato per la sua praticità e le dimensioni contenute, che permettono di lasciarlo tranquillamente sul piano da lavoro senza ingombro.

Contro: alcuni utenti segnalano che il processo di cambio della lama può risultare un po' complicato per chi è alle prime armi con il fai da te.

Scheppach SD1600V

Anche Scheppach Sd1600V è un modello particolarmente apprezzato dagli appassionati di fai da te perché è dotato di un motore con una potenza di ben 120 Watt che lo rendono perfetto per tagliare legno di diverse tipologie e spessore. Anche questo traforo elettrico è dotato di velocità regolabile elettronicamente, che può variare da un minimo di 500 giri al minuto ad un massimo di 1700 giri al minuto: caratteristica tecnica che consente di cambiare l'efficacia dell'intensità del taglio della lama.

Pro: gli utenti che lo hanno utilizzato hanno particolarmente apprezzato la presenza di una lampada a LED che ottimizza la visibilità e consente di effettuare lavori molto precisi.

Contro: anche questo modello non è dotato di linee guida e di binari utili per agevolare l'utente, anche se la presenza della lampada LED è un valido aiuto per essere maggiormente precisi durante il taglio.

Ferm SSM1005

Particolarmente indicato per effettuare lavori perfetti ed evitare tagli imprecisi, il traforo oscillante Ferm ssm1005  è dotato di un'intuitiva guida parallela utile per non commettere errori. Una delle caratteristiche di questo strumento è la dotazione di un soffiatore integrato che permette di pulire il tavolo da lavoro dai trucioli che cadono durante la lavorazione del legno. È possibile, infine, inclinarlo raggiungendo fino a 45° di pendenza per realizzare tagli obliqui e orizzontali.

Pro: coloro che lo hanno acquistato hanno apprezzato la presenza nella confezione non solo ben 10 lame facili da cambiare, ma anche due adattatori, una guida angolare e due chiavi a brugola.

Contro: la potenza di 90 W del motore non è particolarmente elevata, ma questo apparecchio dall'ottimo rapporto qualità prezzo permette di ottenere ugualmente ottimi lavori di precisione.

Foxfemi F40-562

Con Foxfemi F40-562 è possibile lavorare legno di diverse tipologie, dimensioni e spessore (fino a 3 cm) grazie alla potenza del motore di 125 Watt. Non solo la potenza del motore, ma anche la possibilità di poter regolare la velocità, consente di effettuare tagli netti e precisi senza imperfezioni: può, infatti, effettuare da un minimo di 550 giri al minuto ad un massimo di 1600 giri al minuto. Anche questo traforo oscillante può raggiungere un'inclinazione di 45° per effettuare tagli obliqui ed è dotato di una lampada per rendere ancora più precisi i lavori. Da segnalare la presenza del bocchettone per aspirare i trucioli di scarto.

Pro: questo apparecchio risulta molto stabile grazie al peso di ben 16 Kg che, una volta fissato al tavolo da lavoro, lo farà restare ben saldo nonostante le vibrazioni.

Contro: alcuni utenti Amazon sottolineano che cambiare la lama può risultare un po' complicato.

Proxxon 27094

Concludiamo la nostra lista degli 8 migliori trafori oscillanti per il fai da te con Proxxon 27094 un modello molto versatile e che assicura lavori molto precisi e ben eseguiti, adatto a tutti coloro che non sono alle prime armi ma hanno già dimestichezza con il bricolage. Tra le caratteristiche più apprezzate ci sono sicuramente la leggerezza, la potenza del motore e la solidità, che assorbe le vibrazioni. Le lame, infine, sono molto robuste e garantiscono una lunga durata.

Pro: coloro che lo hanno acquistato hanno particolarmente apprezzato la capacità di questo strumento di funzionare per diverse ore senza surriscaldarsi.

Contro: alcuni consumatori sottolineano la mancanza di una guida che aiuterebbe ulteriormente ad eseguire tagli precisi e lineari.

Come scegliere il migliore traforo elettrico

I trafori elettrici sono degli strumenti da laboratorio indispensabili per chi ama il fai da te dato che sono utili per eseguire piccoli e grandi lavori di precisione utilizzando il legno o altri materiali soldi. Proprio perché devono assicurare massima precisione, è importante valutare alcune caratteristiche prima di acquistarne uno. In estrema sintesi possiamo iniziare dicendo che sono 5 i fattori da considerare: lame, quanto spazio c'è tra la lama e la parte posteriore del traforo, velocità e piano di appoggio. Analizziamole insieme una per una.

  • Lame: sono la componente principale dei trafori elettrici perché è proprio attraverso queste che i materiali vengono tagliati e che, a seconda dei denti che presentano, stabiliscono fino a quale spessore e a quale durezza è possibile tagliare. Le lame di questo apparecchio, che solitamente sono lunghe 130 millimetri, sono però molto sottili e, soprattutto per chi lo utilizza spesso, soggette a facile usura (c'è però da specificare che anche usarle poco porta a romperle precocemente). Per questo motivo consigliamo di optare per quei modelli che hanno delle lame di ricambio in dotazione e che hanno dei sistemi di ricambio che rendono l'attività semplice. Alcune tipologie, infatti, non sono molto intuitive sotto questo aspetto ed hanno un sistema di cambio lame un po' complicato.
  • Spazio: lo spazio che intercorre tra la lama e la parte posteriore dell'apparecchio è un aspetto molto importante da valutare perché più ci sarà spazio tra queste due componenti, maggiore sarà lo spessore del materiale che sarà possibile tagliare e lavorare. Per questo motivo è fondamentale capire quali sono le proprie esigenze personali prima di procedere all'acquisto ed evitare di acquistare un apparecchio troppo grande o troppo piccolo.
  • Velocità: è da questo fattore che dipende l'efficacia del taglio, la precisione ed un ridotto margine di errore. Ovviamente per ottenere lavori perfetti e professionali è necessario scegliere un traforo oscillante dotato di lame molto veloci che garantiscono risultati impeccabili: in linea generale possiamo affermare che un apparecchio professionale dovrebbe raggiungere anche più di 2000 giri al minuto. Ci sono poi dei modelli, come quelli descritti in precedenza, che possono avere velocità minime e massime per regolare l'intensità del lavoro.
  • Piano di appoggio: tutte le tipologie di traforo elettrico sono dotati di piano di appoggio indispensabile per appoggiarci il legno (o gli altri materiali da lavorare) e permettere alle lame di lavorarci su. Quasi tutti i modelli, inoltre, dispongono di un piano di appoggio che può essere inclinato fino a 45° per ottenere anche perfetti tagli obliqui. Inoltre, quelli più professionali, sono dotati di una lampada integrata che illumina il piano per offrire una visibilità maggiore e di attacchi per l'aspiratore utili per aspirare i trucioli di scarto che si formano inevitabilmente quando si lavora il legno.

Come funziona un traforo elettrico

Dal momento che il traforo elettrico è uno strumento molto versatile, capace di realizzare diversi lavori di precisione e attraverso il quale è possibile realizzare diverse tipologie di tagli è indispensabile sapere come funziona e come utilizzarlo. In primo luogo bisogna considerare la lama deve essere regolata in modo tale da essere né troppo né poco tesa perché, nel primo caso potrebbe spezzarsi e, nel secondo caso, potrebbe effettuare tagli non precisi. In questi casi la valutazione va effettuata in modo personale perché non c'è una vera e propria regola da seguire. Nel momento del taglio, invece, è importante semplicemente accompagnare la lama sul materiale da trattare, senza forzare troppo per evitare che si esce fuori dalla linea di taglio desiderata. Per quanto riguarda la scelta delle lame da utilizzare bisogna scegliere una lama con pochi denti per i legni o i materiali più "teneri", mentre una lama con più denti per tagliare o forare quelli più duri. Specifichiamo che, se la lama ha molti denti avanza più lentamente ma il taglio sarà più preciso.