KUNGSBACKA è la nuova cucina sostenibile di IKEA. Nonostante il nome la nuova collezione introdotta dal colosso svedese è al 100% Made in Italy perché a produrre questa innovativa cucina è un'azienda veneta, la 3B, specializzata in legno e materiali riciclati. Perché la grande innovazione della nuova cucina IKEA è che è realizzata con un materiale eco-sostenibile ricavato da bottiglie di PET. Utilizzando venticinque bottiglie di plastica riciclata da mezzo litro è stato possibile creare una lamina che viene applicata alle ante da cucina KUNGSBACKA.

IKEA è riuscita a trasformare delle bottiglie di PET in una cucina. "Dato che i nostri prodotti sono usati da molte persone noi crediamo di poter fare un enorme differenza cambiando il modo in cui utilizziamo le risorse e i materiali riciclabili", ha spiegato Anna Granath, product developer di IKEA. La nuova cucina sostenibile di IKEA è realizzata in legno industriale recuperato e rivestita da una lamina ottenuta da bottiglie di plastica riciclate: così si riducono gli sprechi e la plastica viene riutilizzata. L'idea di una cucina sostenibile è dello Studio svedese Form Us With Love per il quale "la sostenibilità deve essere a disposizione per tutti"; ma la realizzazione della nuova collezione rispettosa dell'ambiente è stata affidata all'azienda veneta 3B. Già da tempo IKEA ha inserito l'Italia al terzo posto tra i mercati di approvvigionamento, dopo Cina e Polonia.

IKEA assicura una garanzia di 25 anni, anche sulla cucina KUNGSBACKA. Il progetto era partito due anni fa con l'obiettivo d realizzare un prodotto più sostenibile. La struttura principale della nuova cucina è fatta di legno di recupero, mentre il rivestimento è costituito da bottiglie di PET. "Una bottiglia di plastica non è un rifiuto, ma è una risorsa", ha detto Jonas Pettersson, CEO di Form Us With Love. "Ancora più importante, questa cucina dimostra che questi materiali possono essere utilizzati per prodotti per la casa in produzione su larga scala". Lo studio di progettazione ha optato per un design della cucina semplice, grigio antracite opaco, per creare uno stile "senza tempo". Come la maggior parte delle cucine IKEA, gli armadi sono modulari, in modo che possano essere organizzati per adattarsi a qualsiasi spazio. La cucina KUNGSBACKA è pensata per sembrare una T-shirt nera, che sta bene sempre e ovunque.

IKEA ha lavorato per mantenere basso anche il costo della cucina KUNGSBACKA. Generalmente infatti i prodotti sostenibili sono più costosi da produrre a causa della vasta ricerca e sviluppo necessari. L'IKEA e la 3B sono riuscite ad elaborare un metodo di produzione che rende questa cucina una "valida alternativa" a quelle attualmente sul mercato. "La più grande sfida era creare un laminato riciclato che avesse gli stessi requisiti qualitativi del materiale vergine", spiega il responsabile dello sviluppo dell’azienda Marco Bergamo 3B, "Ci siamo impegnati a trovare una soluzione senza compromessi né sul piano della qualità né sul prezzo". Secondo il Bilancio di Sostenibilità 2015, IKEA mira ad avere come proprie fonti il 100% di legno, carta, cartone e fonti sostenibili entro agosto 2020. E questi sforzi di Ikea verso la sostenibilità non si fermano ai suoi nuovi armadi: il rivenditore prevede anche di lanciare sedie in legno riciclato e plastica, così come vasi in vetro riciclato.