Se qualcosa si rompe, la reazione immediata è quello di gettarla via. Ma alcune persone, per fortuna, non hanno avuto la stessa reazione e così scopriamo che i vasi rotti diventano graziosi giardini in miniatura; che i buchi nel muro si trasformano in opere d'arte o nella tana delle Tartarughe Ninja; che le crepe nella parete possono essere trasformate in disegni artistici o essere riparate con i mattoni LEGO o diventare motivo di espressione artistica con materiali preziosi; un'ammaccatura dell'auto in seguito ad un incidente può essere trasformata in un capolavoro d'arte o essere la base per un divertente gioco per bambini; anche il cellulare rotto può diventare motivo di espressione artistica.

Non per forza le cose rotte vanno cestinate: in Giappone esista una specifica pratica che si chiama kintsugi e che prevede di riparare i vasi, i piatti e gli oggetti rotti con l'oro o altri materiali preziosi in stato liquido. Senza per forza arrivare ad usare materiali pregiati, le cose rotte si possono riparare in modo creativo ed originale come fa Jan Vormann che restaura i muri delle città con i mattoni LEGO. Vormann si inserisce nelle crepe dei muri con i famosi mattoncini colorati rendendo il restauro urbanistico un gioco da bambini ma facendo un servizio utile alla comunità. Lo stesso valore ha l'opera di Paige Smith che ripara i muri rotti delle nostre città ma anche le buche delle strade con materiali preziosi o con la carta e i risultati sono assolutamente incredibili.

Non bisogna essere degli artisti per riparare gli oggetti rotti: un buco nel muro fatto da una martellata troppo forte diventa motivo di creare un'opera d'arte semplicemente incorniciando il buco con una cornice e mettendo una targhetta, proprio come se fosse un quadro. Oppure una voragine nella parete fatta semmai dalla pallonata del vostro bambino può essere trasformata nella segreta tana delle Tartarughe Ninja così da rendere originale un banale muro rotto. Un divano strappato può essere riparato con un lavoro di rammendo artistico, per chi è pratico col cucito o all'uncinetto. Tante dunque le idee per rendere unico un oggetto della nostra quotidianità che si è rotto.