La diffusione del Codiv-19 in tutto il mondo e l'annuncio dell'OMS di pandemia globale ha costretto la revisione non solo delle abitudini quotidiane di tutti noi ma anche la riorganizzazione di tanti eventi internazionali che avrebbero messo a rischio la sicurezza e la salute di molti. Se alcuni appuntamenti sono stati necessariamente annullati, come alcune sfilate durante la Milano Fashion Week, si è provato a far slittare altre manifestazioni in modo da non intaccare irrimediabilmente l'economia che ruota intorno all'organizzazione dei grandi eventi. L'agenda 2020 del design risulta quindi stravolta: ecco tutti i nuovi appuntamenti da segnare.

In Italia

Il Salone del Mobile di Milano, il più importante evento di design, rischiava di essere cancellato perché era organizzato ad aprile 2020, dal 21 al 26, in un periodo dunque un po' troppo vicino all'emergenza di Codiv-19 ancora in atto. Tuttavia gli organizzatori, considerando le aspettative di tutti, l'importanza della manifestazione per le aziende e l'economia del settore, e visto che era già quasi tutto organizzato per l'apertura ufficiale di aprile, ha deciso di non cancellare un evento così di rilievo ma di spostarlo a giugno. Per la prima volta nella storia del Salone del Mobile, l'evento si svolgerà a Milano dal 16 al 21 giugno.

La Biennale di Architettura di Venezia avrebbe dovuto inaugurare il 23 maggio 2020 ma è stata rinviata ad agosto: "le nuove date sono state stabilite a seguito delle recenti misure precauzionali in materia di mobilità adottate dai governi di un numero crescente di paesi in tutto il mondo, che avranno un effetto domino sulla circolazione delle persone e lavora nelle prossime settimane", spiega un comunicato de La Biennale, "questo periodo di tempo coincide con la delicata fase iniziale di allestire una mostra internazionale complessa come la biennale architettura, che coinvolge architetti e istituzioni di oltre 60 paesi in tutti i continenti.". In considerazione delle difficoltà che avrebbero potuto incontrate i paesi partecipanti e gli architetti nel preparare i materiali necessari all'esposizione, il curatore Hashim Sarkis ha preferito posticipare l'apertura della Biennale di Architettura di Venezia, per la prima volta nella storia, al 29 agosto 2020, anziché rischiare di inaugurare una mostra incompleta.

Non solo i due più importanti eventi di design e architettura del mondo, anche altri appuntamenti del settore hanno subito variazioni. È il caso degli eventi organizzati in occasione del Centenario di Vico Magistretti, che sono stati sospesi a data da destinarsi. La mostra su Enzo Mari prevista alla Galleria Milano è stata posticipata a data da definire. Mia photo fair, la più importante mostra di fotografia,  prevista a Milano dal 19 al 22 marzo, è stata rimandata e la nuova data sarà comunicata a breve. Casaidea, la 46esima mostra di arredo e design, che si tiene a Roma, è stat spostata a maggio, dal 16 al 24.

All'estero

Dal 19 al 21 marzo a Hong Kong si sarebbe dovuto svolgere Art Basel, la più importante manifestazione internazionale dedicata all’arte contemporanea, con gallerie da tutto il mondo. L'evento è stato cancellato ma è stata aperta una vetrina online, Online Viewing Rooms, uin cui vedere le opere d’arte delle gallerie che sarebbero state presenti a Hong Kong. Anche gli eventi all'estero per il Centenario di Vico Magistretti sono stati rinviati a date da destinarsi. La mostra "Enzo Mari tra gioco e progetto", prevista allo Spazio Choisi di Lugano è slittata. Il Copenhagen Architecture Festival doveva svolgersi dal 23 aprile al 3 maggio ma è stata rinviata e ancora non si conoscono le nuove date. Dall’8 al 13 marzo si sarebbe dovuta svolgere a Francoforte la fiera Light + Building che invece è stata spostata ad autunno, dal 27 settembre al 2 ottobre 2020.