Milano Design Week 2021
6 Settembre 2021
17:17

L’installazione preferita da Chiara Ferragni al Fuorisalone 2021

Anche Chiara Ferragni alla Milano Design Week 2021. La città è in pieno fermento per l’inizio del Salone del Mobile e del Fuorisalone 2021. Attraverso incontri ravvicinati o seguendo le dirette e i post social, scopriamo che anche i Vip amano la settimana del design milanese e Chiara Ferragni sceglie l’evento di Dior a Palazzo Citterio. Scopriamone i motivi.
A cura di Clara Salzano
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Milano Design Week 2021

C'è grande fibrillazione in città per l'inizio del Salone del Mobile e del Fuorisalone 2021 che torna ad animare Milano, dopo oltre 18 mesi di assenza degli eventi del design, con mostre, presentazioni e installazioni in diversi luoghi della città. Dal maxi prato gonfiabile di Gufram vicino al Duomo all'enorme murale Toiletpaper alla Piscina Cozzi, sono numerosi gli interventi in sedi scenografiche sparse per la città. Ma quali eventi scelgono di seguire i Vip alla Milano Design Week? Chiara Ferragni fino ad ora si è mostrata in un unico luogo, presso Palazzo Citterio, in via Brera 12, dove si sta svolgendo l'evento Dior che per la settimana del design milanese ha convocato diciassette artisti internazionali a reinterpretare la storica Medallion Chair, la seduta realizzata dalla maison francese nel 1947, in mostra fino al 10 settembre 2021.

Credi Fuorisalone.it
Credi Fuorisalone.it

Chiara Ferragni sceglie Dior per mostrarsi alla settimana del design milanese 2021. Attraverso i suoi canali social la nota influencer e imprenditrice italiana si è mostrata in Palazzo Citterio, nel quartiere Brera, che presto sarà la sede della collezione di arte moderna della Pinacoteca. Continua dunque il connubio tra arte, moda e design che nell'installazione di Dior per il Salone del Mobile di Milano porta la firma di diciassette artisti e design di fama internazionale che hanno rivisitato, a modo proprio, l‘iconica Medallion Chair, la sedia in stile Luigi XVI che venne scelta da Christian Dior per far accomodare i suoi ospiti alle sfilate e che è presente anche negli showroom della Maison. L'installazione a Palazzo Citterio immerge lo spettatore in un ambiente rarefatto da cui emergono, come opere d'arte uniche, le varie versioni della elegante sedia con la sua inconfondibile sagoma barocca.

Gli interni neoclassici in grigio e bianco sono assurti a codice del mondo Dior e riproposti a Palazzo Citterio in vari elementi come gli ombrelloni o l'outfit stesso di Chiara Ferragni. Sono diciassette gli artisti che espongono da Dior che per la prima volta svela al pubblico gli spazi di Palazzo Citterio. La maison francese del lusso ha interpellato nomi del mondo della cultura internazionale per reinterpretare la storica Medallion Chair, seduta realizzata dalla maison francese nel 1947. Tra i nomi selezionati di artisti e design di fama mondiale compaiono Pierre Yovanovitch, India Mahdavi, Joy de Rohan Chabot, l'architetto cinese Yansong Ma, l'artista sudafricano multidisciplinare Atang Tshikare e Oki Sato, Nendo, Sam Baron, Nacho Carbonell, Pierre Charpin, Dimore Studio, Martino Gamper, Constance Guisset, Linde Freya Tangelder, Seungjin Yang, Jinyeong Yeon e Tokujin Yoshioka. L'esposizione è inoltre l'occasione per esplorare in anteprima la dimora settecentesca che nel 2022 sarà aperta al pubblico come nuovo polo della Pinacoteca di Brera, restaurata e allestita per ospitare la collezione di arte moderna del museo milanese.

25 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni